Fabrizio Bonati, classe 1974, è nato e cresciuto a Vercelli, la capitale italiana del riso.
Sposato dal 2005 con Sara, ha tre figli, Filippo di 11, Giulio di 8 e Gioele di 4 anni.
Nel 2009 si trasferisce vicino al Lago di Viverone, in Provincia di Biella, pur continuando a frequentare per lavoro la natìa Vercelli.
Malato di sclerosi multipla dal 2006, nonostante la malattia continua a svolgere la professione di tecnico ascensorista, suo lavoro dall'età di 21 anni.
La scrittura è il suo passatempo e la sua valvola di sfogo dalle frustrazioni che gli provoca la malattia.
Il suo primo romanzo, L’Inconveniente, vede la luce nel 2012. L’anno seguente pubblica, solo in e-book, il secondo romanzo, “Memorie di un sognatore bislacco”, una sorta di autobiografia scherzosa raccontata tramite i sogni strampalati dell'autore. Seguono “Stralci di Sogno”, del 2014, e “Nerofumo”, del 2015.
Nel tempo libero pratica cross fit, si dedica all’orticoltura, legge romanzi. I suoi autori preferiti sono Stephen King, John Grisham, J. R. Lansdale, Ellery Queen.
Tifoso da sempre della squadra di calcio Pro Vercelli, segue il motomondiale e il suo idolo Valentino Rossi.
Ascolta molta musica, specialmente nei lunghi tratti in auto negli spostamenti per lavoro; punk rock, heavy metal, grunge e soprattutto hard rock. Ma non disdegna il rock italiano. I suoi gruppi e cantanti preferiti sono gli AC/DC, The Cure, Clash, Guns 'n Roses, Vasco Rossi, Litfiba e molti altri.


Per Le Mezzelane Casa Editrice ha pubblicato

La sorpresa di Paolo

Fabrizio Bonati, http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?controller=search&orderby=position&orderway=desc&search_query=fabrizio+bonati&submit_search=