da Disneyland a Kirkuk – poesie politiche

Un viaggio immaginario tra città e territori di un mondo nuovo, dove tramonta la follia postmoderna della società dell’intrattenimento mentre da oriente sorge un’inquietante alba di spiritualità.

“Da Disneyland a Kirkuk” è un viaggio immaginario fra le questioni più brucianti esplose negli anni che viviamo, gli anni sconvolti dal terrorismo di matrice religiosa e dalle guerre in medio oriente, e nel contempo trasformati dagli scontri di civiltà e di business che la globalizzazione porta in primo piano. Un viaggiatore descrive in versi le città e i territori di un mondo nuovo, dove la follia postmoderna della società dell’entertainment (Disneyland) bruscamente tramonta, e risorge a oriente una inquietante, ruvida alba di spiritualità. Kirkuk, la città irachena difesa dai Peshmerga curdi contro l’esercito dello Stato islamico, rappresenta il risveglio all’orrore, ma anche al mistero dentro cui si nasconde la forza rinascente della Bellezza.

Disponibile in ebook (Euro 3,99) e in versione cartacea (Euro 11,90) sul nostro store, in tutte le librerie e nei negozi online

I commenti sono chiusi